Biodiversità: patrimonio universale in cui crediamo

Scopri l'articolo

19 luglio 2018

Biodiversità: patrimonio universale in cui crediamo

La diversità biologica, meglio conosciuta come biodiversità, è sinonimo di ricchezza, di varietà, della coesistenza di svariate forme di vita, non etichettate come migliori o peggiori, normali o anormali, belle o brutte, ma tutte utili e selezionate nel corso dei millenni. La prima definizione di biodiversità fu coniata durante la Conferenza delle Nazioni Unite sull’ambiente e sullo sviluppo, tenutasi a Rio de Janeiro nel 1992:
Per diversità biologica si intende la variabilità degli organismi viventi, degli ecosistemi terrestri, acquatici e i complessi ecologici che essi costituiscono; la diversità biologica comprende la diversità intraspecifica, interspecifica e degli ecosistemi”.
Questa ricchezza è il frutto dei lenti processi evolutivi che, sotto la spinta della selezione naturale, agiscono sulle caratteristiche genetiche e morfologiche delle specie, permettendo così alle forme di vita di adattarsi al cambiamento delle condizioni ambientali. La biodiversità è fondamentale non solo per noi, ma anche per i nostri discendenti e per tutti gli esseri viventi della Terra, è il pilastro della salute del nostro pianeta.
Dalla varietà di forme di vita animali e vegetali, infatti, dipendono sia la qualità dell’esistenza umana sia la nostra stessa possibilità di sopravvivenza. Se la varietà della vita è più ampia, infatti, ogni ecosistema reagisce meglio agli stimoli negativi, siano essi rappresentati dai cambiamenti climatici, dai dissesti idrogeologici, dall’introduzione di Organismi Geneticamente Modificati o dall’invasione di specie aliene.
Ma quali sono le cause che determinano la perdita di biodiversità? Inquinamento, specie aliene, perdita e la frammentazione degli habitat e cambiamenti climatici sono tra le cause principali, in quanto non solo possono alterare in modo irreversibile i delicati equilibri del nostro ecosistema, ma possono anche amplificare gli effetti di questo processo. Tutelare la biodiversità vuol dire anche contrastare il cambiamento climatico, una delle più grandi sfide del 21° secolo.
La biodiversità, essendo l’insieme di tutte le forme viventi geneticamente diverse e degli ecosistemi ad esse correlate, costituisce un patrimonio universale per tutta l’umanità e conservarla deve diventare la nostra priorità.
Se leggiamo la convenzione sulla biodiversità dell’UNESCO comprendiamo l’importanza di questo concetto e l’ineluttibilità della sua applicazione.
La natura per mezzo della biodiversità è in grado di fornirci cibo, acqua, energia e risorse per la vita quotidiana.
La nostra azienda dal 2000 è impegnata nella raccolta e nel mantenimento di specie vegetali utilizzabili per l’alimentazione umana. Attualmente conserviamo più di 400 tipi di piante commestibili provenienti da tutto il mondo e continuiamo a cercarne di nuove.
Il pensiero che ci guida è:

” anche noi facciamo parte della biodiversità e sfruttiamo i servizi che ci offre, in cambio esercitiamo il diritto-dovere di preservarla in ogni sua forma”

Viviana e Roberta Zaltieri – Azienda Agricola La MargheRita